A Ferrazzano torna l’alchimia del teatro di paglia

Nel suggestivo paese di Ferrazzano, nelle colline sopra Campobasso, torna anche quest’anno il teatro di paglia e la coincidenza scenica: uno spazio di libera espressione aperto a tutti per “filare la paglia in oro”. Si inizia a costruire il 4 agosto a partire dalle 16, poi spettacolo alle 18 e a seguire cena condivisa. Non mancate!

Ferrazzano locandina 2015

 

Catania: il teatro come “radura del cuore”

catania gioeni 2014La tradizione è figlia di un’idea o di un luogo? Il prossimo mese di agosto FABBRICATEATRO proporrà alla città per la seconda volta l’installazione temporanea di un teatro di paglia. “Chiamiamo questa tipologia d’intervento correzione teatrale dello spazio urbano” raccontano gli organizzatori, “ricerca teatrale che  persegue da tanti anni. La scorsa estate la nostra iniziativa riguardò il Parco Gioeni, questo mese di agosto circa 500 balle di paglia edificheranno un anfiteatro estivo presso la Corte della biblioteca comunale Vincenzo Bellini di via Etnea 529-531. Saremo lieti se potremo valorizzare con il nostro intervento uno dei luoghi della cultura catanese più nascosti e affascinanti: un angolo di pace che è al contempo un luogo di formazione, con una intensa attività ed un ruolo sociale esemplare”.
Teatro di Paglia 2015 LOCANDINALa biblioteca comunale Vincenzo Bellini a Catania ha due sedi, quella sita in un vicolo di via Etnea all’altezza dei civici 529-531 (alle spalle del Sacro Cuore), dispone di una Corte immersa nel verde e nella monumentalità; in un perimetro sacro di lecci, acacie e frammenti dell’acquedotto Benedettino, questo angolo di pace propone subito un altro ritmo ai pensieri, asseconda la riflessione, invoglia alla lettura; si capisce perché sia così amato e frequentato da moltissimi studenti universitari e liceali in cerca di concentrazione e conoscenza, i migliori figli di questa città, la nostra migliore speranza passa da queste sale-studio, da questa magnifica Corte.
“Dopo i figli, questo luogo dovrebbe essere scoperto anche dai padri; l’abbiamo trovato il luogo ideale per la seconda edizione del nostro teatro di paglia estivo” afferma il regista, Elio Gimbo. “Immagino il teatro di questa epoca come una radura nel cuore di un mondo selvaggio. Pochi luoghi come questa biblioteca incarnano questa metafora, diventa implicito trasformarlo in una fortezza dai muri di vento, un grembo che possa accogliere un mese dedicato al teatro contemporaneo catanese. Lo scorso anno abbiamo fatto del teatro di paglia al Parco Gioeni, esperienza così carica di significati, il perno di una proposta teatrale: rispondere con un atto di bellezza al degrado di un luogo pubblico, di un bene comune prezioso; nell’edizione di questa estate il teatro di paglia alla Corte della biblioteca comunale Vincenzo Bellini di Catania sarà un atto di bellezza che risponde all’oblìo di un bene comune prezioso, un aggancio ideale ad un luogo così cruciale per il nostro futuro come una biblioteca”.
Dall’1 al 9 agosto 2015 Fabbricateatro presenterà la creazione teatrale del “Discorso su noi italiani” di Giacomo Leopardi, seguirà nei fine settimana per tutto il mese di agosto una rassegna di teatro contemporaneo catanese.

Segui l’evento su Facebook QUI

Scheda del teatro QUI

Numana: un teatro di paglia nel Parco del Conero

1 numana 2015Immaginate…una cavea, composta non di massi lapidei come la locale memoria romana ci farebbe pensare, ma di sedute più soffici, meno rigide, quasi un’estensione della terra che si eleva compattandosi e si modella come a voler sorreggere comodamente il peso dello spettatore. Balle di paglia, a ricreare lo stesso affascinante momento di estasi creativa reiterato dopo secoli…
Non serve altro, la natura e il genio umano che in simbiosi prendono forza l’una dall’altro. Anche Numana (AN) avrà per la prima volta il suo teatro di paglia…
L’idea nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Clorofilla di Numana e lo studio di progettazione sostenibile Archética di Camerano e Fossombrone, una realtà consolidata all’avanguardia nella progettazione di edifici bio-sostenibili utilizzando appunto la paglia e la terra cruda come alternativa ai vecchi e discutibili materiali edilizi.
Centoventi balle di paglia provenienti dalla filiera agroalimentare Terre del Conero, accostate così da formare un uditorio, tutt’intorno il verde e rigoglioso Parco del Conero, alle spalle il mare, subito accanto l’orto Lab biologico lungo il cui perimetro soggiorna solenne ed indisturbata una coltivazione di mais ottofile rosso il cui seme è stato rinvenuto in un antico granaio locale: questo è il complesso habitat della nuova struttura. Natura, tradizione, creatività e consapevolezza si intrecciano spontaneamente creando continue riflessioni sui temi e i valori del vivere
odierno.
numana 2015 locandinaL’installazione, ovviamente temporanea, per indole e per predisposizione non poteva non rispettare un atteggiamento coerente e consapevole verso il contesto stesso in cui è immersa: la cura per l’ambiente, da cullare e valorizzare, costituisce la vision ricorrente e rigorosa in tutti gli step; una volta concluso il loro ciclo vitale infatti gli spalti verranno reimpiegati come pacciamante per l’orto-giardino adiacente. Tornerà così nuovamente in circolo avendo fatto del bene all’anima e successivamente alla terra e quindi al corpo. Il teatro sarà attore e contenitore di eventi e spettacoli culturali a cadenza settimanale: gli spettatori potranno godersi letture, performance artistiche e musicali, mentre gli artisti dalla prospettiva inversa potranno prendere ispirazione da uno spettacolo altrettanto incantevole fatto di volti entusiasti e dei colori del mare che spiccano tra querce secolari. In un posto del genere tutti sono i protagonisti della scena…

Contatti: Associazione Clorofilla, tel 338 1294599 (Marco), clorofilla.numana@gmail.com

Nemi: un teatro di paglia sotto la luna piena

nemi 2015 locandinaPer il Teatro di Paglia di Nemi sono state scelte le date del 30 e 31 luglio, perché notti di luna piena e come tali legate al mito di Diana: “…dalla solitudine dei boschi e delle colline deserte e silenziose, veleggiando come argentea luna nelle notti limpide, rimirava la propria immagine nelle acque calme e trasparenti del lago, lo specchio di Diana” (Speculum Dianae).
La dea primordiale, la vergine madre di tutta la natura, la signora del mondo dei morti, la dea misteriosa dell’astro splendente della notte, la luna, la maga veggente, colei che conosce il passato e il futuro, la depositaria del sapere, colei che dà la vita ed infligge la morte aveva sede proprio nel lago di Nemi.
Questo il contesto mitico e proprio qui, in questo angolo di mondo misterioso e suggestivo una comunità di contadini ha letteralmente strappato la terra alla lava e ai boschi, ha creato terrazzamenti con muretti a secco e per tempo immemorabile ha tratto sostentamento dal pezzetto di terra conquistato.
Questo per secoli, fino agli anni Settanta, quando con l’avvento della meccanizzazione c’è stato l’abbandono della terra “bella ma impossibile” e la fuga verso la pianura.
Oggi le nuove generazioni stanno riscoprendo le possibilità di questo territorio e stanno dedicando le loro energie al suo recupero.
E allora cosa si propone il Teatro di Paglia di Nemi?
Far incontrare i più anziani, custodi di tradizioni ormai scomparse, con i più giovani, per mettere in comune i saperi dei primi con l’energia e l’innovazione dei secondi, che riscoprendo le origini potranno affrontare la realtà con maggiore consapevolezza;
– far rivivere la suggestione di un luogo che è al centro di una grande storia a partire dalla notte dei tempi;
creare un luogo di aggregazione per condividere: amore per la propria terra, rispetto dell’ambiente, delle tradizioni e soprattutto delle persone.

22 luglio: teatro di paglia a Montespertoli (Fi)

La magia del teatro di paglia si riaccende domani (mercoledì 22 luglio) a Montespertoli, presso la Fattoria Trecento. Un’altra esperienza di libera espressione per condividere quello che ci sta a cuore, e passare una serata cullati dal suono dei grilli e dalla bellissima campagna circostante. Trovate i dettagli qui sotto nell’articolo su La Nazione di oggi. Scopri il programma di tutti i teatri di paglia del 2015 QUI.

montespertoli 2015 articolo La Nazione

Rendola: la “piccola utopia” del teatro di paglia

rendola 2008 tiziana monaciCreare uno spazio di libera espressione aperto a tutti: è questa la “piccola utopia” portata avanti dal Teatro di Paglia di Rendola in provincia di Arezzo, nato nel 2003 e che ha ispirato oltre 60 teatri riuniti in questa Rete. La 12a edizione ci sarà domenica 19 luglio 2015 alle ore 21.00… la parola d’ordine come sempre è: PASSAPAROLA!

Pagina del teatro QUI – Pagina Facebook QUI

Qui sotto trovate un video dell’edizione 2014.

Catania: il teatro di paglia come “correzione teatrale dello spazio urbano”

Le prove della compagnia per l'edizione 2014 al Parco Gioeni di Catania.

Le prove della compagnia per l’edizione 2014 al Parco Gioeni di Catania.

Scheda del teatro QUI

La tradizione è figlia di un’idea o di un luogo? Il prossimo mese di agosto Fabbricateatro proporrà alla città per la seconda volta l’installazione temporanea di un teatro di paglia. “Chiamiamo questa tipologia d’intervento correzione teatrale dello spazio urbano” spiega il regista, Elio Gimbo, “ricerca teatrale che Fabbricateatro persegue da tanti anni; la scorsa estate la nostra iniziativa riguardò il Parco Gioeni, questo mese di agosto circa 500 balle di paglia edificheranno un teatro estivo presso la Corte della Biblioteca comunale “Vincenzo Bellini” di via Etnea 529-531″.
“Saremo lieti” continua Gimbo “se potremo valorizzare con il nostro intervento uno dei luoghi della cultura catanese più nascosti e affascinanti: un angolo di pace che è al contempo un luogo di formazione, con una intensa attività ed un ruolo sociale esemplare”.
La biblioteca comunale “Vincenzo Bellini” di Catania ha due sedi, quella sita in un vicolo di via Etnea all’altezza dei civici 529-531 (alle spalle del Sacro Cuore), dispone di una Corte immersa nel verde e nella monumentalità; in un perimetro sacro di lecci, acacie e frammenti dell’acquedotto Benedettino, questo angolo di pace propone subito un altro ritmo ai pensieri, asseconda la riflessione, invoglia alla lettura; si capisce perché sia così amato e frequentato da moltissimi studenti universitari e liceali in cerca di concentrazione e conoscenza, i migliori figli di questa città, la nostra migliore speranza passa da queste sale-studio, da questa magnifica Corte.
“Perciò, dopo i figli, questo luogo dovrebbe essere scoperto anche dai padri” afferma Gimbo. “L’abbiamo trovato il luogo ideale per la seconda edizione del nostro teatro di paglia estivo. Immagino il teatro di questa epoca come una radura nel cuore di un mondo selvaggio, e pochi luoghi come questa biblioteca incarnano questa metafora, diventa implicito trasformarlo in una fortezza dai muri di vento, un grembo che possa accogliere un mese dedicato al teatro contemporaneo catanese”.

Il teatro completato da poche ore, nel suggestivo contesto urbano del Parco Gioieni di Catania.

Il teatro di paglia del 2014, nel suggestivo contesto urbano del Parco Gioieni di Catania, costruito con oltre 500 balle.

Lo scorso anno Fabbricateatro ha costruito il teatro di paglia al Parco Gioeni, per esperienza carica di significati, il perno di una proposta teatrale precisa: rispondere con un atto di bellezza al degrado di un luogo pubblico, di un bene comune prezioso; nell’edizione di questa estate il teatro di paglia alla Corte della Biblioteca Comunale “Vincenzo Bellini” di Catania sarà un atto di bellezza che risponde all’oblìo di un bene comune prezioso, un aggancio ideale ad un luogo così cruciale per il futuro degli abitanti come una biblioteca.
Dall’1 al 9 agosto 2015 Fabbricateatro presenterà la creazione teatrale del “Discorso su noi italiani” di Giacomo Leopardi, seguirà nei fine settimana per tutto il mese di agosto una rassegna di teatro contemporaneo catanese.

Teatro di Paglia 2015 LOCANDINA

Visualizza QUI la scheda del teatro di paglia con i contatti

Visualizza QUI il PROGRAMMA 2015 della Rete dei Teatri di Paglia