Il format

TEATRO DI PAGLIA (STRAW THEATRE)
format depositato – cod. SDD20 – scarica una versione per la stampa QUI

 

Presentiamo qui di seguito il testo del format originario del teatro di paglia, nato a Rendola (Montevarchi, Arezzo) il 25 luglio 2003.

La Rete dei Teatri di Paglia accoglie tutte le altre forme espressive nate in seguito, tenendo come principi comuni quelli riassunti nel suo manifesto.

OBIETTIVI

san siparioObiettivo del “teatro di paglia” è creare un evento che permetta di riscoprire il teatro nella sua totalità, dalla costruzione stessa della struttura, di solito in un contesto rurale che esalta il legame con il territorio, fino alla performance, dando spazio alla capacità espressiva e al desiderio di condivisione degli spettatori presenti.
Dopo anni di esperienza e una sperimentazione sul campo in diversi contesti e località, il “teatro di paglia” si è rivelato un format collaudato, facilmente replicabile, all’occorrenza itinerante, attraverso il quale dare spazio a nuove esperienze artistiche nel contesto unico e suggestivo della struttura in materiale naturale.

APPARATO SCENICO

1. Spazio pubblico o aperto al pubblico, in un luogo abitato o in aperta campagna (piazza, cortile, parco, prato, aia, campo ecc.).
2. Materiale per la realizzazione del teatro (balle di paglia, balle di fieno).
3. Ulteriori elementi scenici eventualmente utilizzati dagli organizzatori o dal pubblico.

La natura del materiale da costruzione prevede solitamente un rapporto diretto con la realtà agricola che lo produce e lo spettacolo può avvenire anche nel luogo stesso dove il materiale viene reperito o utilizzato.

PERSONAGGI FISSI

1. Presentatori, il cui numero può variare a seconda delle esigenze.

STRUTTURA NARRATIVA

Il format del “teatro di paglia” si svolge come segue.

1. Accoglienza del pubblico
I presentatori accolgono il pubblico che arriva sul luogo dell’evento, e spiegano a grandi linee lo svolgimento del “teatro di paglia”.

2. Costruzione del teatro
cropped-img_11061.jpgI presentatori illustrano ai membri del pubblico i principi tecnici per la costruzione del teatro e delimitano lo spazio dove sarà allestita la struttura. Pubblico e presentatori procedono quindi insieme alla costruzione.
Nel caso in cui sia prevista una struttura di grandi dimensioni, la costruzione può costituire un momento a sé stante a cui non deve necessariamente partecipare tutto il pubblico; essa resta comunque parte dell’esperienza complessiva.

teatro di pagliaLa forma adottata per la struttura è solitamente quella semicircolare del teatro greco, a uno o più livelli (gradinate), ma si possono utilizzare anche altre forme, a patto che si vengano a creare gli elementi essenziali di un teatro: spazio scenico e posti a sedere per gli spettatori.

La natura dei materiali da costruzione comporta una durata della struttura limitata nel tempo, da poche ore ad alcuni giorni.

3. Singole performance (“coincidenza scenica”)

Una volta ultimata la costruzione, il pubblico si va ad accomodare nel teatro e uno o più presentatori, entrando nello spazio scenico, introducono la fase successiva dello spettacolo, quella delle singole performance, detta “coincidenza scenica”.

Da questo momento ciascun membro del pubblico è libero di partecipare con un intervento, sebbene questa non sia una condizione necessaria per la partecipazione al “teatro di paglia”.

cropped-dsc_0054.jpg

Gli interventi dovranno rispettare le seguenti indicazioni.

Ogni intervento ha una durata massima indicata dai presentatori (generalmente dai 5 ai 10 minuti), per consentire una partecipazione più ampia possibile. Non c’è una durata minima.

Gli interventi possono essere di qualsiasi genere e tema. Si può ad esempio contribuire con una scena teatrale, una canzone, un balletto, una barzelletta, una performance artistica, un video, un numero di giocoleria, clown o mimo; ma anche con interventi non propriamente caratteristici di uno spettacolo, come l’appello di un comitato cittadino, una breve lezione accademica, la preparazione di una ricetta e così via.

2736094114_a3b5d1078b_bI contributi possono essere di qualsiasi livello di competenza o capacità nei vari ambiti espressivi, così che lo spettacolo potrà risultare in una miscellanea di interventi che vanno dall’improvvisazione spontanea da parte di chi non ha mai calcato le scene, all’esibizione di professionisti di alto livello.

Non c’è alcuna gara tra i partecipanti. Scopo del “teatro di paglia” infatti è quello di promuovere un’esperienza di ascolto aperto e di sospensione del giudizio, svincolando l’espressione artistica o culturale da qualsiasi finalità competitiva.

3 Mira Venezia 2013 Non c’è una sequenza predefinita di interventi (scaletta). Ogni spettatore ha la possibilità di intervenire in qualsiasi momento dello spettacolo, a patto di non interrompere un intervento già iniziato; non deve quindi comunicare né definire in anticipo la presenza e la natura del proprio contributo.

Il ruolo dei presentatori in questa fase sarà quello di mettersi a disposizione per esigenze particolari e di far rispettare la durata dei singoli interventi. Non interverranno invece qualora si presentino delle pause tra un intervento e l’altro, essendo queste pause parte integrante del “teatro di paglia”, ovvero la carta bianca su cui sperimentare una libertà espressiva in ambito collettivo.

4. Conclusione della coincidenza scenica
I presentatori chiudono la “coincidenza scenica” con un messaggio conclusivo e spiegano la fase successiva di smontaggio del teatro.

5. Smontaggio del teatro
Anghiari 2012 costruzioneI presentatori e il pubblico procedono insieme allo smontaggio del teatro e alla sistemazione del materiale di scena nella sua disposizione originale, per lasciare il luogo così come si è trovato, in uno spirito di rispetto dell’ambiente.
Lo smontaggio può eventualmente costituire un momento a sé stante a cui non devono necessariamente partecipare tutti i membri del pubblico (può avvenire per esempio anche il giorno successivo).

6. Intervento conclusivo
I presentatori ringraziano e salutano il pubblico.

DISCLAIMER

L’evento qui presentato va svolto nel rispetto delle normative vigenti, comunali, regionali e nazionali.

INFO

Vuoi costruire anche tu un teatro di paglia? Contattaci al 340 5708387 – teatrodipaglia@gmail.com – ti illustreremo le semplici condizioni di utilizzo e ti aiuteremo a promuovere il tuo spettacolo, dandoti anche dei preziosi consigli!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...