Le nuvole incombono sulla paglia

Le balle dell’Arena di Cotignola minacciate dalle nuvole, nella stupenda foto di Alessandro Carnevali.

Negli ultimi due anni il tempo atmosferico ha dato parecchio filo da torcere ai teatri di paglia italiani. In alcuni casi gli organizzatori sono stati costretti a posticipare delle date e in ogni caso dal punto di vista psicologico non è facile rapportarsi a un mese che non è più garanzia di sole.

Oltre all’evento stesso, la pioggia influisce anche sulla raccolta dei cereali e sulla successiva raccolta e pressatura della paglia. Nel 2013 le balle di paglia di alcuni teatri sono arrivati sul luogo dell’evento appena in tempo e anche quest’anno si sta affrontando lo stesso problema.

Alcuni consigli per i costruttori e organizzatori:

  • Contattate il vostro fornitore di balle di paglia e assicuratevi che le balle siano a disposizione per la data programmata. In alternativa si possono utilizzare le balle della scorsa stagione, oppure delle balle di fieno (che però hanno lo svantaggio di essere più costose e più pesanti.
  • Valutate se è possibile un’alternativa in caso di pioggia, individuando per esempio una tettoia o un porticato sotto cui costruire la struttura. Se si riesce a riparare solo la parte degli spalti, la scena può essere tenuta al riparo anche da un semplice gazebo.
  • Tenete sempre a portata di mano dei teli impermeabili per coprire il teatro prima e dopo lo spettacolo.
  • Se le balle sono conservate all’esterno è sempre bene prevedere una base di bancali per non rovinare il primo strato di balle in caso di pioggia.

Per il resto, in bocca al lupo a tutti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...